La patata regina incontrastata della cucina: pomeriggio di cazzeggio in cucina


Oggi mi ha preso così! Approfitto dello spazio virtuale per far conoscere qualcosa di me ai pochissimi lettori che seguono il mio blog. La mia faccia è rappresentata da un piccolo gravatar, che non rende giustizia al mio personaggio :-) Scherzo dai. Fortuna che i miei lettori sono pochi, caritatevoli, pazienti e molto golosi. Avrei dovuto farmi maggiore pubblicità, fare contest etc etc, dare voti a destra e manca, ma francamente non sono il tipo. Mi annoiano terribilmente queste manifestazioni, io sono fondamentalmente a favore del cazzeggio e della battuta.

Il bello di un diario virtuale, seppur di cucina è quello dove la creatività e la follia momentanea possono coesistere con gli argomenti seri. Fa parte della diversità ed è parte di noi, non omologarci per forza a dei modelli che la società ci impone. Che palle, pensate se fossimo tutti uguali che noia!

Oggi è la giornata del cazzeggio in cucina, oltre ad aver preparato una ottima bouef bourguignon e verdure ripiene, mi è venuto in mente, di prendere un po per i fondelli i cuochi super pagati, seguitissimi in TV che si fanno ritrarre spessissimo, in pose plastiche serissime e professionali, con i loro capolavori culinari. Anche io ho deciso di farmi ritrarre, ma con una patata, un gesto simbolico per dire al mondo, che questo modesto tubero deve avere il suo posto in primo piano, regina indiscussa della cucina. Rivendico quindi  l’importanza della patata in cucina, troppo spesso abusata da chef che se ne approriano indebitamente. Voglio aggiungere un piccolo messaggio a tutti quelli che frequento nei social e si occupano di cucina: cercate di non prendervi troppo sul serio, amici. Come diciamo a Roma: nun te la sentì troppo calla, perché sei più bravo di me ad impiattare, sei professionale ed hai una discreta conoscenza dei vini. Sono pure astemia, non ne faccio di certo una tragedia. A tavola, quando ci sediamo tutti insieme, diventiamo tutti uguali. Avete mai visto uno, mangiare in piedi durante una tavolata conviviale? :-) TUTTI ZITTI EH?

Evviva la patata, regina inconstrastata della cucina!

 

 

 

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Cucina Italiana, Roma e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La patata regina incontrastata della cucina: pomeriggio di cazzeggio in cucina

  1. Pingback: Zuppa di topinambur con fontina e riccioli di polenta…nella PAP! « Accantoalcamino's Blog

  2. lastufaeconomica ha detto:

    sottoscrivo pienamente quello che hai scritto, parole sagge e intelligenti, se la cucina non è divertimento puro (anche se è professionale) io credo che bisogna cambiare strada.

    • pausagolosa ha detto:

      la gente si prende sempre troppo sul serio e perde per strada il divertimento. E’ colpa degli orrori che genera la TV con i reality a sfondo culinario, e che fa emergere gente che non ha spessore umano, ma molta boria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...